martedì 29 settembre 2020

ASI Lazio. Inaugurata la nuova sede


Via Adolfo Ravà 106 a Roma, zona Eur. E' questo l'indirizzo della nuova sede di ASI - che ospiterà sia il Comitato del Lazio che quello di Roma - inaugurata oggi alla presenza del nostro Presidente Barbaro e di quello del CONI regionale Riccardo Viola. Presenti anche il Consigliere Regionale Fabrizio Ghera, l'ex Delegato allo Sport di Roma Capitale Alessandro Cochi e l'ex Direttore del Dipartimento Sport di Roma Capitale Bruno Campanile, questi ultimi creciuti negli Enti di Promozione Sportiva e nella famiglia ASI. 

All'inaugurazione, erano presenti, in. rappresentanza della struttura centrale, anche il Vicepresidente di ASI Emilio Minunzio, il capo della segreteria di presidenza Alessia Pennesi e il Responsabile del Settore Atletica e già Presidente del Fiamma, Sandro Giorgi. Con loro, i presidenti provinciali e i dirigenti che hanno contribuito a costruire la realtà regionale ASI come Fabio Bracaglia, già Presidente del Lazio. 

lunedì 21 settembre 2020

MATTIA FURLANI E LAVINIA PAOLETTI VINCONO LA 53^ EDIZIONE DEL TROFEO GIORGIO BRAVIN

Due intense giornate di gara nelle quali sono stati demoliti diversi record della manifestazione organizzata da Asi che quest’anno è stata abbinata ai Campionati Regionali Fidal della categoria cadetti


Successo organizzativo e grande partecipazione per l’edizione 53 del Trofeo Giorgio Bravin di atletica leggera, storica manifestazione organizzata da Asi, abbinata quest’anno ai Campionati Regionali Fidal della categoria cadetti.

Oltre 270 atleti hanno dato vita a gare dall’alto valore tecnico che hanno permesso l’abbattimento di numerosi record della manifestazione a testimonianza della bontà del movimento giovanile laziale dal quale stanno per sbocciare numerosi nuovi talenti.

A conquistare l’ambito Trofeo Bravin in campo maschile Mattia Furlani, della Studentesca Rieti che ha vinto la gara dell’alto con la misura di 2,07 (nuovo record del Bravin) ed ha fallito di poco il 2,11 che sarebbe stato record italiano di categoria detenuto dallo stesso Furlani. Fra le donne il Trofeo è andato a Lavinia Paoletti atleta dell’Esercito Sport e Giovani che nella giornata di sabato ha vinto il salto in lungo con la misura di 5,43 e poi domenica è giunta seconda nella gara degli 80 piani. Il trofeo sarebbe andato ex aequo ad Alice Calvaruso (Atletica Cecchina) vincitrice dei 300 mt e seconda negli 80 mt., ma la Paoletti è stata preferita perché più giovane.

Tra i record della manifestazione battuti nell’occasione quello del salto triplo maschile in cui il campione regionale Aldo Rocchi ha stabilito il nuovo limite a 14.83. Doppietta per Davide De Rosa (Esercito Sport&Giovani) che ha stabilito i nuovi record della manifestazione 1000 metri corsi in 2:33.62 e quello dei 2000 metri con il cronometro fermato a 5:42.06. Daniele Groos dell’Atletica Tiburtina ha fermato il cronometro sui 300 mt. a 35.26, tempo che gli vale il nuovo primato del meeting.

venerdì 18 settembre 2020

53^ EDIZIONE DEL TROFEO GIORGIO BRAVIN

Grande partecipazione per la storica manifestazione organizzata da Asi che quest’anno si svolge in contemporanea con i campionati regionali cadetti organizzati dalla Fidal Lazio


Saranno oltre 270, in rappresentanza di 39 società del Lazio i cadetti in gara nella 53^ edizione del Trofeo Giorgio Bravin di atletica leggera, storica manifestazione giovanile organizzata da Asi che quest’anno si svolgerà in simbiosi con i campionati regionali di categoria in collaborazione con la Fidal Lazio.

Asi Atletica Roma sta lavorando alacremente in queste ore per rendere lo Stadio Paolo Rosi, che ospiterà l’evento, a norma con le vigenti disposizioni anti-covid e per mettere gli atleti nelle condizioni di gareggiare in assoluta sicurezza.

Uno sforzo organizzativo notevole per dare un segnale forte di ripartenza e per mantenere in vita, anche in un momento difficile come questo per tutto lo sport italiano, un evento dedicato ai più giovani che è il più longevo in Italia e nel contesto del quale sono state scritte pagine di storia importanti dell’atletica italiana.

Il trofeo Bravin ha visto nel corso degli anni la partecipazione di giovani atleti che poi hanno ottenuto allori olimpici e mondiali dando lustro a tutta l’atletica italiana. I nomi di Pietro Mennea, Fabrizio Donato, Gabriella Dorio, Alessandro Lambruschini, Francesco Panetta, Piefrancesco Pavoni, Franco Fava, Dalia Kaddari sono solo alcuni fra quelli che hanno arricchito l’albo d’oro del prestigioso Trofeo Bravin.

giovedì 10 settembre 2020

A 60 anni dall'impresa di Abebe Bikila


È il 10 settembre 1960 quando Abebe Bikila, taglia il traguardo della Maratona alla XII Olimpiade di Roma. Lo fa per primo, correndo scalzo. Immagini che rimarranno per sempre nella storia dell’atletica e dello sport, così come quell’edizione dei Giochi considerata, ancor oggi, un esempio di modernità e tradizione.

Roma era, allora, protagonista, con i suoi splendidi impianti e i suoi scenari unici che conquistarono il Mondo e ripresi dal film “La grande Olimpiade”.

Che sia di auspicio per tutti gli amanti dello sport, atleti, appassionati, tifosi. Che si possa presto tornare alla normalità. Magari, con la stessa voglia di costruire e stupire di quella Olimpiade. Iniziata il 25 agosto del 1960...

martedì 8 settembre 2020


A pochi giorni dal (presunto) inizio dell’anno scolastico nella Regione Lazio, sono ancora tante le incertezze che ne caratterizzano l’avvio. È proprio di ieri la notizia che tutte le scuole del X Municipio di Roma e del Comune di Fiumicino, parliamo di decini di istituti e migliaia di alunni coinvolti, hanno scritto al Presidente della Regione Lazio Nicola Zingaretti, esprimendo la loro forte preoccupazione per la ripresa delle lezioni in presenza, chiedendo di valutarne il differimento a dopo lo svolgimento del referendum costituzionale.

 

I presidi evidenziano che, nonostante gli sforzi messi in atto dai singoli istituti, ad oggi ci sono notevoli criticità derivanti da problematiche che non dipendono da loro, in primis l’organico del corpo docenti insufficiente, lavori edili per gli adeguamenti degli spazi ancora non conclusi e la totale mancanza di notizie relative alla consegna degli arredi scolastici.

 

Oltre ad alunni, professori e famiglie, chi rischia, anzi chi sta pagando le conseguenze maggiori di tutte queste incertezze è il mondo dell’associazionismo di base, che conta numerose associazioni sportive, con tutto il loro carico di atleti, che si vedono messo in discussione tutta la programmazione dell’anno sportivo che sta per cominciare.

lunedì 7 settembre 2020

"Professionisti nel pallone". Verso la final seven


Nel pieno rispetto delle normative per il contenimento epidemiologico del Covid-19, si è svolta presso la sede del Comitato Regionale Lazio la riunione organizzativa del Campionato Amatoriale di Calcio a 11 ASI "Professionisti nel Pallone", sospeso a causa del Covid-19 e conseguente lockdown governativo.

Hanno partecipato alla riunione tutti i responsabili delle società partecipanti.  Si è stabilito che, in attesa di far partire la terza edizione a fine ottobre, l'edizione 2019/2020 terminerà con una fase finale denominata "Final Seven".

Come detto, fin dai prossimi giorni, invece, si lavorerà per la terza edizione, alla quale stanno chiedendo di poter partecipare diverse compagini "Over 40". Squadre che, ovviamente, dovranno sposare lo spirito del nuovo torneo basato, come sempre, sul fair play e correttezza comportamentale.

venerdì 24 luglio 2020

Riparte il Calcio dilettantistico a Roma. Passione, voglia di normalità e ... Var

Al Centro Sportivo della Vigor Perconti, mercoledì 22 luglio con inizio alle h.21.30 è andata in scena una partita amichevole di Calcio.
Nulla di anormale si potrebbe dire, se non fosse per due elementi che l'hanno caratterizzata in modo unico ed eccezionale. 

Primo, la ripartenza del calcio dilettantistico ASI a Roma dopo il severo periodo di lockdown; secondo, l'utilizzo della tecnologia Video Assistant Referee, meglio nota come VAR, e al centro del dibattito nel grande Calcio. Il VAR, per una gara che non figurava nel calendario di serie A, ma andata in scena in un campo della periferia della Capitale d'Italia. 

Ed infatti, le compagini che hanno sperimentato questa tecnologia, assai piaciuta ai protagonisti non hanno nomi di società altisonanti come Roma, Juventus, Milan, Atalanta, Inter, Napoli o Lazio, ma si sono schierati al fianco della terna arbitrale composta dai Sigg. Polidori, Moccia, Sabatini della sezione "Lorenzo Cesari", le Asd Veterinari Romani e Psicologol Roma.