giovedì 25 maggio 2017

C’MON GUYS. L’uomo, il giocatore, l’orgoglio

Un libro, curato da Fabio Argentini e Luca Aleandri, rispettivamente consiglieri del C.R. ASI Lazio e del C.P. ASI Roma, che ripercorre la storia del campione inglese che ha lasciato un’impronta indelebile nel cuore di tutti i tifosi di calcio.

Dopo una lunga serata con i compagni di squadra, Gazza tirava il gruppo in allenamento gridando «C’mon Guys», andiamo ragazzi. Quella stessa frase Paul John Gascoigne, idolo biancoceleste, la scrisse con un pennello su uno stendardo. Su un pezzo di stoffa, durante i lavori di esecuzione di una coreografia prima di un derby. Lo slogan, in un amen, manco a dirlo, venne adottato ed eccolo lì, a campeggiare nella scenografia, sotto una sciarpa riprodotta su un telone a ricoprire la Curva Nord. L’originale, invece, cioè quello scritto direttamente da Gascoigne, venne messo in bella vista, sulla vetrata che divideva gli spalti dalla pista di atletica. C’mon Guys, dunque, due parole ormai indissolubilmente legate a un personaggio particolarmente amato dal pubblico biancoceleste.

Un libro diviso in capitoli. In occasione del 50simo compleanno di Gazza, è in edicola il libro “C’mon Guys”, in abbinamento con il Corriere dello Sport. Il libro racconta non solo la storia di Gascoigne ma anche di un’epoca e di un lungo filo conduttore tra la Lazio, la sua gente e l’Inghilterra, lì dove il calcio ha visto la

mercoledì 17 maggio 2017

Final Six scudetto, la SIS Roma conquista il quinto posto assoluto

Nella splendida cornice della piscina comunale di Rapallo sono andate in scena, dall’11 al 13 di maggio, le final six scudetto di pallanuoto femminile.
Tra le sei “sorelle” partecipanti alla kermesse ligure, c’era anche la SIS Roma, storica società ASI, guidata con passione e competenza da Flavio Giustolisi, responsabile nazionale del settore nuoto e Roberto Cipolletti presidente del Comitato Regionale Lazio.
Le ragazze di Formiconi – assente in panchina per squalifica – hanno disputato un quarto di finale un po’ sottotono contro Bogliasco, vera bestia nera della formazione capitolina durante tutta la stagione regolare, perdendo 14-8  e non riuscendo quasi mai ad esprimere un gioco corale degno di nota se non nei primi sedici minuti di gioco.

venerdì 5 maggio 2017

Si è chiuso Sport in Famiglia: un successo oltre ogni aspettativa e numeri record.

Nove giorni di sport con un numero di partecipanti in continua crescita rispetto alle passate edizioni, a testimoniare come gli organizzatori abbiano saputo confezionare un evento che ha risposto “presente” alle aspettative del pubblico. È stato questo e tanto altro “Sport in Famiglia”, manifestazione sportiva organizzata in collaborazione con la Federazione Italiana Motonautica e con il sostengo di ASI, che si è svolta presso il Laghetto dell'Eur dal 22 aprile al primo maggio.
 
“Un’edizione davvero speciale, che è riuscita ad ottenere numeri davvero importanti, largamente superiori alle precedenti edizoni. Basti pensare alle tantissime attività che si sono contraddistinte in questa nove giorni di sport. Ribadisco il concetto fondamentale che per ASI, non è stato solo ‘Sport in Famiglia’, perché, per ASI, lo sport è famiglia. Naturalmente siamo già al lavoro per preparare al meglio l’edizione del prossimo anno”.

Presentata a Roma la manifestazione giovanile più antica dell’atletica italiana

Presentata nella mattinata di venerdi 5 maggio, in una affollata conferenza stampa, nella Sala Giunta del Coni, la 50a edizione del Trofeo Giorgio Bravin di atletica leggera.

La presentazione della manifestazione, a testimonianza della grande importanza raggiunta da questo evento nel corso degli anni, è stata onorata dalla presenza del Segretario Generale del Coni Roberto Fabbricini, dal Segretario Generale della Fidal Fabio Pagliara; dalla partecipazione di Manuela Olivieri, moglie di Pietro Mennea, il più grande atleta italiano di sempre che in gioventù prese parte, vincendolo al Trofeo Bravin, di Marisa Masullo, ex primatista italiana di 100 e 200 metri ed atleta che vanta il primato assoluto di maglie azzurre, con 79 presenze in nazionale dal 1977 al 1993.

Il resoconto del Play the Cup e delle 3vs3 Italian Finals di Sibari

Anche la quinta edizione del Play the Cup è storia.
La competizione, organizzata da Tornei Team Italia, A.S.D. Play the Game e ASI, patrocinata dalla Provincia di Cosenza e dal Comune di Cassano allo Jonio e svolta per il secondo anno consecutivo all'interno del Minerva Resort Club di Sibari, ha visto la partecipazione di 28 squadre, per un totale di circa 400 ragazzi tra i 9 e i 15 anni.
Dopo la cerimonia iniziale del 22 aprile, nei tre giorni successivi si sono disputate ben 78 partite, comprese le 24 gare delle 3vs3 Italian Finals, torneo giocato in contemporanea con il Play the Cup a cui hanno partecipato dieci centri di formazione Arsenal Soccer School.

giovedì 27 aprile 2017

RIETI ECCOCI!!

LA QUARTA PROVA A DELFINO DEFINISCE LE CLASSIFICHE PER LA FINALISSIMA REGIONALE

Con la prova a delfino si delinea ufficialmente il quadro dei dodici per categoria aventi diritto all’acquisizione dei punti alla finale regionale del circuito nuoto ASI del Lazio, manifestazione in programma domenica 28 maggio prossimo presso la piscina provinciale di Rieti.
Ricordando che il regolamento prevede l’iscrizione libera ed aperta a tutti, e che oltre alla finale sui 100 misti, 75 per i più piccoli, è prevista la distanza libera dei 50 stile libero, informiamo che le classifiche di coloro che potranno occupare le prime dodici posizioni di classifica è in rete sul sito ufficiale www.asiroma.org e che solo loro concorreranno per portare punteggio alle loro rispettive società per la classifica finale 2017.

Stage Internazionale di Kansen Ryu difesa personale

Sabato 22 e Domenica 23 aprile si è svolto a Roma presso la palestra Olympia, lo Stage Internazionale di Kansen Ryu Difesa Personale con il M° Jose’ Fernando Cuspinera Navarro (Caposcuola Fondatore del sistema di Difesa Personale Kansen Ryu e Presidente Mondiale della W.E.L.C.A.M. MONDIALE). Maestro di fama mondiale, membro della Hall of Fame USA, cintura nera 9° dan di Jiu Jitsu e Kansen Ryu, il M° Anthony de Santos Alche (Delegato Nazionale Presidente Europeo della W.E.L.C.A.M. ITALIA, membro della W.E.L.C.A.M. MONDIALE) cintura nera 7° dan di Jiu Jitsu e Kansen Ryu, esperto di Difesa Personale e il M° Michele Giaconi Caposcuola Fondatore della scuola Kosen Aiki Dojo, cintura nera 4° dan di Aiki Jitsu e Responsabile del settore Aiki Jitsu della W.E.L.C.A.M. ITALIA.