lunedì 24 giugno 2019

Ivictus Arena, Sport da combattimento i grandi protagonisti.

Invictus Arena, Formello. Una serata per tutti, in piazza. Spettatori di tutte le età, a titolo gratuito, hanno potuto vedere dal vivo una rassegna dei principali sport da combattimento. Dalla Boxe alla Muay Thai, dalla MMA alla Kick Boxing.
Sul ring, durante l'evento, sono stati premiati il Sindaco del Comune di Formello Gian Filippo Santi e l’Assessore allo Sport e Pari Opportunità Roberta Bellotti, i pugili Orial Kolaj ed Emanuele Blandamura e il nostro Presidente Claudio Barbaro.
Invictus Arena, giunto alla 26esima edizione, è uno dei più prestigiosi eventi di sport da combattimento della capitale, sotto l’organizzazione di Riccardo Lecca. L'evento ha visto partecipi numerosi atleti, dilettanti e professionisti, coinvolti nelle discipline della Boxe, della Muay Thai, delle MMA e della Kick Boxing K1 Rules. Tra i protagonisti della serata

Aikido, cintura nera a un atleta disabile. La prima volta in Europa.

Arti Marziali: una bella storia da raccontare. Siamo in una palestra romana di Aikido, disciplina praticata sia a mani nude che con le armi bianche, spada, bastone e pugnale.
Alla presenza del Responsabile Nazionale del Settore ASI dell'Aikido, Carlo Cocorullo, del Settore Sport Disabili Sabrina Molino e del Presidente del Comitato Regionale del Lazio Roberto Cipolletti, ha ricevuto la cintura nera un atleta disabile ed è il primo caso noto di un ragazzo autistico in Europa che consegue questo traguardo. 
"Simone Palumbo - spiega il Responsabile ASI dell'Aikido, Carlo Cocorullo - è un nostro praticante affetto da sindrome di Asperger che dopo 9 anni di corso ha sostenuto l'esame per ottenere la cintura nera. Simone è nato nel 1996, ha 22 anni e dall'ottobre 2010 frequenta il dojo. Quando Simone ha iniziato a praticare l'Aikido già era noto questo suo disturbo, sin dall'età di 9 anni. Una diagnosi di sindrome di Asperger si ha quando si riscontra un'interazione sociale e affettiva compromessa, ovvero quando interessi e

lunedì 17 giugno 2019

NUOTO ASI AL CENTRO D’ITALIA!

Avezzano ha ospitato con successo la fase nazionale del nuoto ASI

Una manifestazione che si ricorderà a lungo, quella che si è svolta nella bellissima piscina comunale di Avezzano "Centro Italia Nuoto", e che ha ospitato molti atleti in rappresentanza di ben 6 regioni, in particolare Abruzzo, Calabria, Lazio, Piemonte, Puglia e Veneto.

Le gare, che si sono disputate nei giorni di sabato 15 e domenica 16 giugno, hanno visto la festosa partecipazioni di 20 società ed un totale di oltre 1500 atleti gara, che si sono sfidati nei quattro stili e nelle staffette nelle acque della vasca di Avezzano.

Da segnalare che, in contemporanea alle Asiadi di Lignano Sabbiadoro, anche ad Avezzano si sono festeggiati i 25 anni dell'ASI, sono state consegnate alle società partecipanti le t-shirt commemorative del venticinquennale ed il libro che racconta la storia dei 25 anni del nostro Ente.

A conquistare i risultati più ambiti sono stati i vincitori delle tante distanze in programma, ed in particolare Elisa Fiorentino, Paola Abbonizio, Alessia Cristofaro, Emma De Stefano Silvestri, Valerio Orlando, Marco Malara, Dario Maura e  Sara Saldigloria, delle Stelle Marine di Roma, Chiara Guidi e Sara Altieri, della Aprilia Sporting Village (LT), Giulia Barone, Federica Accardo, Claudia Piselli, Riccardo Augelli, Chiara Di Pasquale, Vittorio Bonelli, Livia Coppola, Niccolò Milone, Vittoria Coppola, Lorenzo Mariotti, Paolo Caporaletti, Stefano Scanzani, Massimo D’Angeli, Cristina Campeti, Giorgia Spadavecchia, Andrea D’Angeli, Giulia Proietti, Dario Angelini, Francesca Losciale, Matteo Gangemi, Mario Buonamassa, Matteo Airoldi, Daniele Cucuzzella, Chiara Sciahbasi, Giorgia Bucciarelli e Giorgia Barbato, della Funsport di Roma, Joele Maura, Andrea.

martedì 11 giugno 2019

PARTECIPAZIONE SENZA PRECEDENTI NELLA 52^ EDIZIONE DEL TROFEO GIORGIO BRAVIN


PARTECIPAZIONE SENZA PRECEDENTI E RECORD A RAFFICA NELLA 52^ EDIZIONE DEL TROFEO GIORGIO BRAVIN DAVANTI AD UN ENTUSIASTA FABRIZIO DONATO

La 52^ edizione del Trofeo Giorgio Bravin baciata dal sole, è in caso di dirlo, non soltanto per le condizioni atmosferiche che hanno accompagnato le gare, ma anche per  la massiccia partecipazione, che ha fatto registrare 870 presenze di allievi e cadetti provenienti da ogni parte d’Italia e per la qualità dei risultati andati in archivio che hanno fatto registrare performance di livello assoluto, con primati del meeting abbattuti uno dietro l’altro.

lunedì 20 maggio 2019

Si è disputata a Roma, il 19 maggio, la finale della Coppa Italia di lacrosse maschile e femminile

I trofei vanno rispettivamente a Red Hawks Milano e Baggataway Milano

Si è disputata nel weekend del 18-19 maggio la finale di Coppa Italia maschile e femminile di Lacrosse patrocinata ASI, presso la Polisportiva Ostiense di Roma, atto conclusivo della stagione 2018-2019: ad alzare i due trofei sono state le squadre milanesi dei Red Hawks Milano (maschile) e Baggataway Milano (femminile).

Il torneo si è disputato in una due giorni dedicata al lacrosse - uno sport di squadra di origine nordamericana che sta crescendo, giorno dopo giorno, in tutto il mondo – al quale hanno partecipato 6 squadre e oltre 80 atleti provenienti da tutta Italia.
La prima fase della competizione si è giocata il sabato dove tutte le squadre, tanto le maschili che le femminili, si sono affrontate per decidere le finaliste: ad avere la meglio, fin dal primo giorno, le due squadre milanesi.

Questi i risultati di giornata:
Coppa Italia Maschile
SportUp Imola - Roma Leones 2 - 12
Roma Leones – Milano Red Hawks 3 - 7
Milano Red Hawks – SportUp Imola 8 – 1
Coppa Italia Femminile
Roma Leones – SportUp Imola 10 - 2
Baggataway Milano – Roma Leones 3 - 8
SportUp Imola – Milano Baggataway 12 – 5

La domenica mattina si sono disputate le gare per accedere alla finalissima durante le quali la squadra maschile imolese ha battuto al foto-finish i neo Campioni d’Italia della Roma Leones. Il cartellone femminile invece ha premiato le ragazze della Roma Leones che hanno sconfitto SportUp Imola.
I due match finali si sono disputati nel primo pomeriggio al termine dei quali le due squadre milanesi hanno festeggiato la meritata vittoria.

52^ EDIZIONE DEL TROFEO GIORGIO BRAVIN

Puntuale come ogni anno torna la manifestazione giovanile più antica dell’atletica italiana, organizzata da ASI.
Le gare, riservate a cadetti e allievi, prenderanno il via alle ore 14.00
Il prossimo 8 giugno, come è ormai tradizione Roma ospiterà il Trofeo Giorgio Bravin, la più antica manifestazione giovanile di atletica che si svolge in Italia, festeggiando la sua 52^ edizione.
Dopo un periodo di stasi negli anni ’90 il Bravin ha avuto nuovo slancio e nuovo impulso grazie ad ASI (Associazioni Sportive e Sociali Italiane) per volontà del Presidente Claudio Barbaro e del responsabile del settore ASI Atletica Leggera Sandro Giorgi, da sempre organizzatore dell’evento.
La manifestazione tornerà a svolgersi, dopo due anni, sulla pista dello Stadio Nando Martellini alle Terme di Caracalla, certamente il più suggestivo impianto di atletica leggera della Capitale.
Il Trofeo Bravin anche quest’anno rispetterà la sua filosofia, cioè quella di mettere in vetrina i giovani più talentuosi dell’atletica italiana i quali, come in passato, potranno spiccare il volo verso una carriera importante.
Nel corso degli anni la manifestazione ha lanciato nel panorama nazionale ed internazionale atleti campioni del calibro di Pietro Mennea, Fabrizio Donato, Gabriella Dorio, Alessandro Lambruschini, Francesco Panetta, Piefrancesco Pavoni, Franco Fava.

TERZA TAPPA TSE ASI 2019


Oltre 150 i partenti della terza tappa del Trofeo Scuole di Equitazione andata in scena ieri presso il C.I. I Corsieri.
Tutto si è svolto con regolarità in una giornata graziata dal sole, cosa non scontata in questo periodo complicato dal punto di vista metereologico.
Gli impianti dei Corsieri si sono dimostrati pienamente all’altezza della situazione, e l’impegno  dello staff ASI unitamente a quello del Comitato Organizzatore ha dato vita ad una gara decisamente ben riuscita!
Molto apprezzata e ben eseguita la “difficoltà programmata” del fosso.
Complimenti a tutti i protagonisti di questa giornata, pony e cavalli compresi, e appuntamento alla prossima tappa!