lunedì 18 marzo 2019

VI ed. Military CrossXrace

Si è svolta sabato 16 marzo, presso la Scuola di Fanteria dell'#Esercito a #Cesano di Roma, la VI ed. della Military CrossXrace, che ha visto la partecipazione di 400 atleti al via.

Per la prima volta è stato dato vita al #CerchioDellAmicizia, accompagnato dall’inno di #Mameli, che ha coinvolto gli atleti prima della gara.

La corsa podistica si svolge su sterrato con percorso di ca.7km complessivi con ostacoli naturali ed artificiali. Il tracciato può essere identificato come un Cross di tipo militare, ovvero corsa

venerdì 8 marzo 2019

VAR, UNA RIVOLUZIONE CHE STA DANDO I SUOI FRUTTI

Clima più sereno: proteste ridotte, errori arbitrali spesso corretti
Il caso di RSC-Athletic dimostra che le squadre collaborano

Il VAR e, più in generale, le riprese di Fanner Cam si confermano scelta vincente.
Grazie al supporto tecnologico non solo sono stati ridotti (e spesso corretti) gli inevitabili errori arbitrali, ma si sta creando un clima sempre più sereno e improntato ad una fattiva collaborazione tra atleti, allenatori, ufficiali di gara e Comitato Organizzatore.
Si protesta meno perché le squadre, potendo richiedere il VAR una sola volta per ciascun tempo di gioco, sfruttano la chiamata in presenza di episodi realmente controversi!
Quando non si tratta di situazioni clamorose, invece, si pensa a giocare e questo favorisce il divertimento di tutti.
Pensando che tutto possa risolversi con riprese e VAR, si sconfinerebbe comunque nell' utopia.
Qualche problema resta, inutile negarlo.
Ad esempio, sul finire della partita tra Roma Soccer Club e Athletic Roma Nord, valevole per l' 8a giornata del CAMPIONATO D'ELITE Asi Roma, si è verificata una situazione che nessuno avrebbe auspicato e che fortunatamente non è degenerata per la buona condotta della maggior parte dei tesserati presenti sul terreno di gioco.
A 7' dal termine un intervento in scivolata di Roberto Di Sisto, capitano della Roma Soccer Club, ai danni di Matteo Ruggeri (Athletic Roma Nord), ha provocato una reazione verbale da parte di quest'ultimo, probabilmente spaventato dal tackle dell' avversario.
Ne è scaturito un capannello in cui due o tre giocatori hanno avuto comportamenti sbagliati, mentre tutti gli altri (allenatori e dirigenti compresi) si prodigavano per calmare gli animi, peraltro riuscendovi poco dopo.
L' arbitro dell' incontro, sig. Mario Tozzi, ha provveduto ad espellere Matteo Ruggeri (Athletic Roma Nord) per il suo accenno di reazione e ad ammonire Roberto Di Sisto (Roma Soccer Club) che era intervenuto in scivolata nei pressi della linea laterale, colpendo l' avversario insieme al pallone (entrata decisa, probabilmente fallosa, ma non cattiva).

giovedì 14 febbraio 2019

Grande successo per il Gasshuku Nazionale IOGKF


Sabato 9 e domenica 10 febbraio scorsi si è tenuto a Roma, con il sostegno dell’ASI, il Gasshuku Nazionale IOGKF, un raduno di pratica intensiva di Okinawa Goju-Ryu Karate-Do Tradizionale.

Il Goju-Ryu di Okinawa IOGKF è una straordinaria arte marziale di grande efficacia per la formazione e l’autodifesa dei praticanti, ed è in procinto di essere riconosciuto dall’Unesco come tesoro culturale dell’umanità.

Non competizione ma autentica arte marziale nello straordinario evento che ha visto la partecipazione di 150 praticanti da Italia, Romania, Danimarca, Bulgaria, Russia, Giappone, Canada e che è stato condotto da 3 tra i più grandi Maestri al mondo come Tetsuji Nakamura Sensei, 7° dan e Capo Istruttore Mondiale IOGKF, Paolo Taigō Spongia Sensei, 7° dan  e Capo Istruttore d’Italia IOGKF, Torben Scharling Svendsen, 7° dan e Senior Instructor IOGKF.

martedì 12 febbraio 2019

Numeri e spettacolo al circuito nuoto ASI

IN ARCHIVIO CON SUCCESSO ANCHE LA QUALIFICAZIONE A STILE LIBERO. C'E' IL RECORD DI PRESENZE...
La piscina dello Zero9 di Roma ha ospitato domenica 10 febbraio scorso la 2^ prova di qualificazione a Stile libero del circuito di nuoto regionale dell’Asi, Ente di promozione sportiva riconosciuto dal CONI, che ha messo in acqua tanti e tanti atleti di tutta la regione raggiungendo il record di presenze di sempre, fatto questo che ha messo a dura prova l’ottima organizzazione della manifestazione comunque in grado di chiudere l’imponente manifestazione addirittura in anticipo rispetto ai tempi previsti.
Autori dei migliori risultati nella gara “regina” a stile libero sono stati Elisabetta Di Paola, Francesca Facciaroni e Mattia Giubasso, dell’ Olgiata 20.12, Alice Gruosso, Mattia Picuccio e Nicolò Sguera, della New Line Pomezia SSD, Valeria Albanesi, Maria Isabella Barone, Giuliano Ligori e Roberto Torregiani, della Tiro a Volo, Sofia Vitelli, della Delfit , Carlotta Cafaro, della Sport 2000 SSD arl, Gaia Blasi, della Aria Sport,  Nicolò Causi, Alexander Kucherivskyy e Paolo Guida, della Sis Roma NP Fiumicino, Claudia Di Lernia, Gaia Mazzotta e Roberto Vicentini, della Sis Roma gruppo Amendola, Nicolas Silvino, Giulia Barone, Francesca Losciale, Megan Lotti, Nicolò Milone, Angelica Quatrini, Vittoria Coppola, Paolo Caporaletti, Matteo Gigliofiorito e Stefano Scanzani, della ASD Funsport, 

lunedì 11 febbraio 2019

Oltre mille atleti al via nella gara organizzata da ASI per commemorare i caduti delle Foibe e ricordare l'esodo delle popolazioni Giuliano-Dalmate. Presenti autorità politiche e dello sport per le commemorazioni post gara nel Giorno del Ricordo.
A vincere, il polacco Nordwing e l'ucraina Yaremchuk


Elsa Bonivento e Aldo Grandi. Due nomi, sconosciuti ai più. Due nomi tra quelli di trecentocinquantamila esuli cacciati dalle proprie terre. Venivano da Pola e da Zara, oggi sono anziani e hanno fatto emozionare atleti e non nel momento più intenso di questa sesta edizione della Corsa del Ricordo, vinta dal polacco Nordwing e l’ucraina Yaremchuk. 
Al termine della gara, una delegazione ha portato una corona di fiori ai piedi del monumento che, in Piazza dei Giuliani e Dalmati, ricorda l’esodo. Insieme ad Elsa Bonivento e Aldo Grandi, hanno sfilato due ragazze di sedici anni (Lucrezia e Priscilla Schurzel) e un uomo, Gianclaudio De Angelini giovane figlio, tanti anni fa, di esuli. Tre generazioni, insieme, a ricordare come una storia da tutti “gli altri” dimenticata sia dalla comunità viva e perpetuata, di padre in figlio...

venerdì 25 gennaio 2019

Concluso il campionato di Tiro Sportivo ASI

Come ormai consuetudine, anche nel corso del 2018 si è svolto il Campionato di Tiro Sportivo ASI, che si è svolto, presso il poligono Pisana Shooting Club, durante tutto il corso dell'anno.

Come sempre è stata numerosa la partecipazione deigli atleti che si sono cimentati in diverse prove, a spuntarla alla fine è stato Sebastiano Mauro che è salito sul gradino più alto del podio, in compagnia di Enrico Novicelli e Corrado Placidi rispettivamente secondo e terzo.

Al seguente indirizzo è possibile scaricare le classifiche di tutte le 9 prove e la sclassifica generale: http://www.asiroma.it/news-comunicati/concluso-il-campionato-di-tiro-sportivo-asi

lunedì 7 gennaio 2019

La SIS Roma vince la Coppa Italia di pallanuoto femminile. Il pensiero a Tommaso Manzo

Arriva il primo trofeo nella storia romana della pallanuoto femminile. 
Una vittoria nel ricordo di Tommaso Manzo


Grande soddisfazione per una storica vittoria targata ASI che, con la SIS Roma, conquista la Coppa Italia di pallanuoto femminile e vince in finale battendo il Rapallo 6-5! 

«La gioia è vedere loro così contente», esordisce così il tecnico Marco Capanna, al primo anno sulla panchina giallorossa e subito con un trofeo in bacheca, anche per lui la prima Coppa Italia: «Ho trovato un gruppo meraviglioso e una società che mi fa sentire sempre la propria vicinanza ed io volevo ripagarlo così perchè sono malato di questo sport, sono molto contento e dedico a loro ed al mio staff questa vittoria e soprattutto la mia dedica personale va a Giancarlo Manna, la scelta di Roma l'abbiamo fatta insieme. È stata una partita brutta, giocata male con troppi errori e troppa emozione ma abbiamo messo quel qualcosa in più o forse abbiamo sbagliato meno, di sicuro abbiamo fatto una gran bella Final Six e questo non era scontato».

domenica 6 gennaio 2019

Per l’ASI un grave lutto. Se ne va Tommaso Manzo

Un grave lutto ha colpito l'ASI. Tommaso Manzo è stato uno dei promotori dell'Ente del quale fu uno dei padri fondatori al momento della costituzione e, nell'ultimo periodo, Procuratore Sociale ed in tale veste membro della Giunta Esecutiva. Nella sua vita professionale è stato avvocato penalista di grande spessore, più volte rappresentante nell’Ordine degli Avvocati e, a livello politico, Segretario della storica sezione del MSI a Balduina e per due volte Consigliere Comunale a Roma periodo nel quale condusse battaglie importanti. Ma, soprattutto, era un amico leale e sincero.
Avrebbe compiuto 71 anni tra pochi giorni e una morte improvvisa lo ha sottratto alla moglie e al figlio. Una perdita importante anche per noi; a livello umano e per la memoria storica che Manzo rappresentava all'interno dell'ASI.
 
Manzo era nato a Vicenza ma romano di adozione, città nella quale ha coltivato passioni come la politica e l’associazionismo.
Era laureato in Giurisprudenza: non a caso, considerato il suo innato senso di giustizia che mostrò per “la strada”, in tutte le realtà militanti nelle quali ebbe in qualche modo a che fare e nella carriera professionale.